Vai ai contenuti

Aria di Primavera

Documenti > EVENTI DEL MESE > Aprile
Sono già iniziati dal 30 Novembre gli incontri di ARIA DI PRIMAVERA per la classe 1
Prossimi incontri:
19 dicembre dalle 8:50 alle 10:45
11 gennaio dalle 11:45 alle 13:30
Di seguito il progetto

PREMESSA
Il programma di intervento inerente i temi della sessualità e affettività riguardante i ragazzi e le ragazze dagli 11 ai 14 anni, rientra nella normativa in tema di Educazione alla Salute nella scuola. Gli interventi di PREVENZIONE – relativi al concetto di salute inteso come “benessere fisico, psichico, morale e sociale”- sono rivolti ai ragazzi, ma i genitori e gli insegnanti non ne sono esclusi.
La scelta di intervenire lavorando anche con gli adulti di riferimento dei ragazzi, infatti, parte dal presupposto che tutta la comunicazione interpersonale è sessuata e trasmette il nostro modo di essere uomini e di essere donne, maschi e femmine, individui che portano in sé una energia sessuata, incluse inibizioni e riserve.
Pertanto si ritiene insufficiente pensare l’educazione sessuale solo come una trasmissione di conoscenze che passano asetticamente da un educatore, portatore del sapere, ad un ragazzo da educare.
Si considera, invece, indispensabile costruire una relazione che sarà tanto più significativa e carica di contenuti quanto più innestata nell’umanità che l’adulto esprime: una sessualità intesa come strumento della comunicazione più completa e più intima della persona diviene quindi scoperta di valori che pongono in primo piano il rispetto e la dignità.

PROGETTO
Il nome del progetto “Aria di Primavera” deriva dal fatto che come la primavera si sente nell’aria ancor prima che arrivi, così i grossi cambiamenti che avvengono nei ragazzi, spesso, non sono così visibili neanche a loro, ma appena percettibili, come il profumo di una nuova primavera.
Partendo da questa premessa gli Operatori del Consultorio condividono il percorso all’interno di ogni singola classe con gli insegnanti e, in particolare, con un insegnante di riferimento che rimane, in genere, presente in classe durante i momenti di formazione. L’insegnante avrà così il ruolo di osservatore attivo, con l’opportunità di osservare le dinamiche, le relazioni, i punti di vista dei propri alunni. Avrà inoltre l’occasione di dare una lettura diversa sia rispetto all’Operatore del Consultorio, perché conosce il ragazzo/la ragazza, sia nei confronti dell’alunno stesso, in quanto gli verranno fornite nuove informazioni inerenti al suo modo di essere ragazzo/a. Il consulente esperto ed esterno, proprio perché in una posizione esterna alla classe, funge invece da occhio aggiunto che manca all’insegnate, e pertanto riesce a dare un contributo particolare.
I destinatari degli interventi sono gli alunni, ma alla scuola viene richiesta cooperazione per la realizzazione del progetto.
Il percorso in ogni classe ha la durata di 6 ore, per tre incontri di due ore ciascuno.

FINALITA’ GENERALI DEL PROGETTO
Promuovere il benessere e la qualità della vita degli alunni. Aumentare il senso di autoefficacia personale. Promuovere la responsabilità rispetto alle proprie scelte di comportamento. Favorire una visione positiva delle differenze individuali e di genere. Affrontare tematiche quali quello delle relazioni, dell’amicizia, dell’innamoramento, del cambiamento, dell’identità di genere, della sessualità.

OPERATORI
Il progetto verrà svolto in classe da due operatori, uno psicologo e un operatore sanitario

Scuola Paritaria Margherita Tonoli
Via Monte Barro 6 (ingresso Via Lario 45) Tel. 039.795938 - Fax 039.2144311
Logo Bianco
C.F. e P.I 03295120152 - info@scuolatonoli.it
Logo Qualita
certificato n. IT 07/1396
Botton Privacy
Bottone della qualita
Logo Facebook
Logo Youtube
Torna ai contenuti | Torna al menu